Portorico. La patria del reggaeton che ha originato un fenomeno musicale

Se avete notato, la maggior parte degli artisti reggaeton proviene da Porto Rico. Daddy Yankee, Farruko, Ozuna, Bad Bunny, Don Omar, Ivy Queen, Noriel, Wisin e Yandel sono solo alcuni nomi di una lunga lista appartenenti a questo genere che nel 2004 ha superato i confini dell’isola caraibica per approdare nel mercato musicale degli Stati Uniti con due canzoni: Gasolina di Daddy Yankee e Oye Mi Canto di N.O.R.E. Le tracce sopraccitate hanno dato il via alla sua crescita esponenziale, portandolo ad essere suonato in ogni angolo del pianeta.

Portorico é attualmente l’ombelico del mondo della musica urbana, potendo contare sulla più alta concentrazione di star per chilometro quadrato.

Questo territorio non incorporato degli Stati Uniti d’America di nemmeno 4 milioni di abitanti é attualmente l’ombelico del mondo della musica urbana, potendo contare sulla più alta concentrazione di star per chilometro quadrato. Ad arricchire la rosa troviamo anche le celebrità del pop latino Ricky Martin e Luis Fonsi, co-interprete della canzone più ascoltata di sempre: Despacito.

Nati negli States, ma con sangue assolutamente ‘boricua’, non possiamo non citare anche Jennifer Lopez, Nicky Jam, Arcangel e De La Ghetto, tutti artisti che oramai sono in pochi a dire di non avere mai ascoltato.

In breve tempo questo genere ha ricevuto il benvenuto tra i giovani di tutte le classi sociali. Tra gli anni 1994 e 1996 questa musica “underground” è uscita alla luce del sole. Merito di Dj Playero, l’iconico produttore che ha diffuso il reggaeton per mezzo di audiocassette che portava nei negozi. Quello del reggaeton o dell’underground era uno stile di vita, un movimento culturale. I suoi fan indossavano pantaloni larghi, scarpe da tennis, ed un berretto da baseball.

Il nome di questo ritmo, dembow, proviene dall’omonima canzone del giamaicano Shabba Ranks, uscita nel luglio del 1991. Dem Bow, una traccia dalla quale fuoriesce un sentimento anti-colonialista, é stata capace di stimolare la nascita dei primi pezzi latin urban.

Sebbene le sue radici siano ancorate saldamente a Panamà, il suo sviluppo fino alla sua massima espressione si è verificato per l’appunto a Portorico. In questo senso, il reggaeton è come la salsa, anch’essa nata altrove ma perfezionatasi nell’arcipelago caraibico.

A causa dei suoi contenuti espliciti, violenti e misogini, la società ha iniziato a criticarlo fortemente, al punto da costringere il governo nel 1995 a lanciare una campagna contro il Reggaeton, con la polizia impegnata a confiscare le musicassette, ed Il dipartimento scolastico a proibire agli studenti di vestirsi nella stessa maniera dei loro idoli. Per dribblare la censura, il duo noto come Alexis & Fido, utilizzava termini dal doppio significato, pur mantenendo sempre l’idea di base. Successivamente vedremo che quest’azione politica non sarà isolata, adottata anche da Cuba, Ecuador e dal Venezuela.

Il The Noise di San Juan è considerata la “culla di questo movimento underground”. Lì ha mosso i primi passi Daddy Yankee

Il The Noise di San Juan è considerata invece la “culla di questa cultura”. Il club di DJ Negro è la Motown del Reggaeton capace di superare molti ostacoli, e di diventare la ribalta dell’appena 16enne Daddy Yankee, patrocinato da Dj Playero, Vico C, Don Chezina, e di Ivy Queen, un vero animale da palcoscenico ancora in auge.

Tuttora a Portorico é ancora attribuita la creazione della scena hip-hop in spagnolo. “Non esisteva il rap in spagnolo prima di noi”, ha riferito DJ Negro.

Quando il The Noise aprì le sue porte nel 1991, quello di cui stiamo parlando non era ancora nato. All’interno dei Diablo Rojo di Panama City si ascoltavano il reggae derivato dalla dancehall, e El General spopolava nelle stazioni radio e nei nightclubs di tutto il Nord America.

Adesso non c’é più molto spazio per questo microcosmo ruspante, che adesso si deve inchinare alle regole dettate dalle major. Il reggaeton é diventato molto glamour, e gli artisti sono sempre più corteggiati dalla moda, che li ha trasformati in veri e propri ricercatissimi testimonial.

Altri “speciali” di Objetivo Reggaeton

La raccolta firme per porre fuorilegge il reggaeton in Ecuador

Canzoni del passato che hanno fatto la storia del reggaeton

Le donne del momento nel Reggaeton

Daddy Yankee: un artista sempre al TOP!

Chi sono quelli che ascoltano più reggaeton?

La Rivoluzione del Regueton: Cuba nell’era del digitale

Portorico. La patria del reggaeton che ha originato un fenomeno musicale