Caratteristiche ed artisti principali della Trap Argentina che sta vivendo un autentico “boom”

caratteristiche-ed-artisti-principali-della-trap-argentina-che-sta-vivendo-un-autentico-boom"

La trap Argentina sta attraversando un autentico momento d’oro. Vediamo dunque quali sono le peculiarità e gli interpreti principali di questo genere musicale di gran moda tra i millennial.

La trap è un sottogenere musicale urbano proveniente da Atlanta, negli Stati Uniti, che racconta la dura realtà della strada, e nei suoi testi di parla di droga, violenza, di problemi sentimentali, e della mancanza di opportunità che vivono i giovani oggi. Un altro aspetto dei cantanti di trap che attira l’attenzione dei loro fan é l’attaccamento al consumo di prodotti di lusso come gioielli, abiti firmati, tatuaggi su tutto il corpo, o fuoriserie.

Dopo gli USA, é Porto Rico con Bad Bunny e Anuel AA ad aver dato visibilità a questo stile, ma tra il 2017 e il 2018 anche in Argentina ha fatto tendenza, tanto é vero che alcuni dei migliori artisti di questo genere li troviamo laggiù.

La maggior parte di loro proviene dalle “batallas de gallos”, che sono eventi in cui i giovani si riuniscono in luoghi pubblici, come possono essere le piazze, per confrontare, uno contro uno, le proprie capacità creative, improvvisando a ruota libera. Alcune di queste manifestazioni sono organizzate da importanti sponsor, ed i vincitori di questi scontri verbali possono firmare ottimi contratti con le major.

Artisti come Paulo Londra, Duki, Ecko, Khea, Neo Pistea o Cazzu sono i rappresentanti più in vista di questo filone, ed i loro brani sono già inni di una generazione esplosiva che comprende tutte le classi sociali. Adesso vediamo un po’ più nel dettaglio chi sono quelli che hanno avuto il merito di portare la trap dalla strada alle playlist di YouTube e Spotify.

Paulo Londra

Paulo Londra proviene da Cordoba, e come la maggior parte di questi artisti proviene da “las batallas de gallos de “El quinto escalón”. È commercialmente il più noto in Argentina, conosciuto per essere il “bravo ragazzo” della Trap poiché evita di toccare argomenti come la violenza, misoginia, o droghe nelle sue canzoni. Il brano che lo ha reso famoso é stato Condenado para el millón, ma anche Nena Maldición insieme a Lenny Tavárez gli ha dato molta visibilità. La sua carriera è stata segnata dall’incontro col produttore colombiano Ovy On The Drums, motivo per cui le sue canzoni e la maggior parte dei suoi video musicali sono registrati a Medellín.

Duki

Bene, se Paulo Londra è il bravo ragazzo, Duki è l’opposto: tatuaggi sul viso, testi che parlano di droga e uno stile trap hardcore basato sull’utilizzo di autotune. Singoli come Si te Sentís Sola o No vendo trap, ironicamente, l’hanno reso uno dei maggiori rappresentanti del movimento. Conoscitore della subcultura del paese ha fatto parte della Mueva Records, tuttavia dopo aver avuto problemi con questa etichetta ne ha preso le distanze.

Khea

Diventato famoso grazie a “las batallas de gallos” de “Elemento freestyle”, deve gran parte del suo successo alla Mueva Records, che è il principale promotore della Trap in Argentina. La sua canzone di punta é Loca in compagnia di Duki e Cazzu che ha avuto un tale successo che ha attirato l’attenzione di Bad Bunny, con il quale è stato realizzato il remix. S.A.D e Como le digo superano 100 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Ecko

Uscito vincitore da “las batallas de Rosario UnderFree” si é messo in mostra durante la sua partecipazione a “El quinto escalón”. Aprrezzato per Dorado e Rebota, ha dimostrato di saperci fare anche con altri generi. Anche lui fa parte della Mueva Records.

Cazzu

Un’altra rappresentante della Mueva Records che ci sembra fondamentale nella storia della trap argentina è Cazzu, la quale ha impresso il tocco suo femminile e femminista in un ambiente dominato dai maschi (e maschilista). A differenza dei suoi colleghi, non proviene dalle sfide di freestyle ma da una famiglia di musicisti.

Ha fatto parte di un gruppo di cumbia, adora la musica metal, ma una volta raggiunta la sua adolescenza ha sviluppato un interesse per il Rap ed il Reggaeton. Tra le sue influenze vi sono Vico C., Tego Calderón, Skrillex, Daddy Yankee ed Eminem. Tra i suoi più grandi successi troviamo Chapiadora e Mucha Data. Julieta Cazzucheli, oltre ad essere una cantante, è una chitarrista ed anche attrice.

Neo Pistea

Sebastián Chillenato, meglio noto come Neo Pistea, ha iniziato a relazionarsi con la cultura dell’hip hop attraverso i graffiti. La sua carriera è iniziata nel 2015, con “White Chocolate”, “Tony The Kid” e “Black Chocolat”. Nel 2016 ha pubblicato Tumbando el club divenuto alla fine di marzo 2019, un remix al quale hanno partecipato Duki, Cazzu, Ysy A, Khea, Lucho SSJ, Marcianos Crew e Obie Wan Shot, C.R.O. e Coqeéin Montana.

Altri approfondimenti di Objetivo Reggaeton:

Il Reggaeton tra successi, discriminazioni e politica

Nei video più visti nel 2019 continua a dominare il Reggaeton

I gyallis della dancehall

Sintonia. La serie tv brasiliana influenzata dal mondo del funk

Portorico. La patria del reggaeton che ha originato un fenomeno musicale

36 Grados: la società di produzione video latin urban più in voga del momento

La Rivoluzione del Regueton: Cuba nell’era del digitale

Medellin: da crocevia del narcotraffico a nuovo tempio del Reggaeton