cosa-facevano-gli-artisti-reggaeton-prima-di-diventare-famosi

Cosa facevano gli artisti reggaeton prima di diventare famosi?

cosa-facevano-gli-artisti-reggaeton-prima-di-diventare-famosi

Cosa facevano gli artisti reggaeton prima di diventare famosi? Il reggaeton negli ultimi anni si è imposto come il genere musicale più ascoltato al mondo facendo sì che molti dei suoi protagonisti diventassero delle autentiche star con una vita piena di agi.

Ma non per tutti è stato facile arrivare ad occupare delle posizioni di così grande privilegio. Maluma era molto combattuto se fare il calciatore oppure il cantante, Daddy Yankee, Karol G e Anuel AA sono sì cresciuti in un ambiente familiare dove si respirava costantemente la musica, ma alcuni degli intepreti attualmente più noti si sono costruiti il successo partendo dalle condizioni sociali più disparate.

Bad Bunny

Benito Antonio Martínez Ocasio, conosciuto nel mondo della musica come “Bad Bunny”, è nato il 10 marzo 1994 nel comune di Vega Baja, a Porto Rico.

Si è dilettato facendo musica fin da bambino con piccoli talent show presso la sua scuola, tuttavia, prima di dedicarsi completamente alla composizione, ha studiato all’università Comunicazione Audiovisiva e ha anche lavorato in un supermercato della catena Econo come imballatore.

Leader mondiale del 2020 su Spotify, e wrestler della WWE nel 2021, si è imposto con brani come Callaita, La Noche de Anoche e Yonaguni.

J Balvin

José Álvaro Osorio Balvin, meglio conosciuto come J Balvin, è nato il 7 maggio 1985 a Medellín, in Colombia.

Il cantante di musica urbana, secondo El Tiempo, ha iniziato la sua carriera musicale all’età di 14 anni cantando alle feste a cui veniva invitato. Tuttavia, prima di raggiungere l’apice della fama, imbiancava le case nella città di Miami.

Ozuna

Di umilissime origini, da bambino aiutava la nonna nella sua attività di accessori per capelli a Río Piedras. Fin da piccolo ha avuto una passione per il genere urbano, e all’età di dodici anni ha iniziato a comporre canzoni facendo sì che la sua passione lo portasse a diventare uno dei reguetoneri più ammirati del pianeta.

Nel 2010 si è trasferito a New York, dove ha vissuto con i parenti per tre anni, alla ricerca di opportunità nell’industria musicale.

Guaynaa

Guaynaa è uno dei personaggi più intraprendenti di quella che viene spesso definita “musica urbana”. Il ragazzo è diventato famoso nel 2019 dopo che il suo primo brano Rebota è diventato un trend (con oltre 466 milioni di visualizzazioni su YouTube al momento), lasciandosi alle spalle la carriera di l’ingegnere chimico e le piattaforme petrolifere.

“Ho studiato ingegneria chimica all’Università tecnica di Porto Rico, lì lavoravo in un’azienda petrolchimica e la mia vita era ben delineata”.

Manuel Turizo

Questo polistrumentista colombiano, nato il 12 aprile 2000, è un altro di quelli cresciuto in un ambiente favorevole per sviluppare la sua arte. Sebbene la sua famiglia fosse piena di musicisti, con il fratello Julian in testa, da ragazzo sognava di fare il veterinario.

Natti Natasha

Di origine dominicana, Natalia Alexandra Gutiérrez Batista arrivò molto giovane negli Stati Uniti senza documenti, e per sbarcare il lunario puliva le case e lavorava come operaia nelle fabbriche.

Cosa facevano gli artisti reggaeton prima di diventare famosi?

Altre notizie su Objetivo Reggaeton

L’incredibile vicenda che sta paralizzando la carriera di Paulo Londra

Cambiamenti ed evoluzioni del reggaeton che lo spingono verso un monopolio musicale

Vybz Kartel è ancora il “Re della Dancehall”?

J Balvin è l’artista latino numero 1 nella storia di Billboard

I 5 video più visti nella storia del reggaeton

La canzoni di Daddy Yankee che hanno superato il miliardo di visualizzazioni

La moda dei ritiri annunciati dagli artisti reggaeton